Roma – Controlli straordinari nel centro storico di Roma. Due persone denunciate

Per tutta la serata di ieri e fino all’alba di questa mattina, i Carabinieri del Gruppo di Roma hanno effettuato dei controlli volti a contrastare ogni forma di degrado e illegalità commerciale, che influenzano negativamente l’immagine della Capitale, in un periodo di massima proiezione turistica. I controlli, concentrati nelle zone della “movida”, ed in particolare a Campo dé Fiori e zone limitrofe, dove con l’ausilio dei reparti speciali dell’Arma, i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno passato al setaccio una serie di attività commerciali rilevando violazioni che hanno interessato sia la disciplina del suolo pubblico che, della sicurezza alimentare, esposta a rischi maggiori in un periodo di massima escursione termica, che richiede la massima cura nella conservazione dei cibi e delle bevande al fine di evitare pericolose tossinfezioni alimentari.
Già la sola presenza dei Carabinieri nella piazza e nelle aree limitrofe è stata importante e preziosa al fine del rispetto delle regole che vanno dagli schiamazzi, ai limiti della presenza dei tavolini, alla normativa anti alcol appena emessa dal Comune.
In particolare, i Carabinieri hanno sequestrato cautelativamente, 170 litri di olio extravergine d’oliva, in bottiglie da un litro, presumibilmente contraffatto, e costituito da olio di semi colorato con clorofilla. Il titolare dell’esercizio commerciale, un cittadino romeno, di 48 anni, è stato denunciato per vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine e sanzionato amministrativamente per un importo di 4000 mila euro.
Poco dopo, sempre nell’area di Campo dé Fiori, i Carabinieri hanno sanzionato altri quattro esercizi commerciali; uno per mancata predisposizione delle procedure di autocontrollo (HACCP), e sanzionato con una multa di 2000 €; uno per la presenza di lavoratori in nero superiore al 20% dei lavoratori presenti, sanzionato per un importo di 2000 €; uno poiché sprovvisto della prescritta autorizzazione, per occupazione abusiva del manto stradale e del suolo pubblico, sanzionato per un importo di 3169 €, con la rimozione immediata dei tavolini e delle sedie; ed infine un cittadino del Bangladesh, titolare di un altro esercizio commerciale, per vendita di prodotti alimentari sprovvisti di etichettatura in lingua italiana, sanzionato per un importo di 3000 €. Per tutte le attività commerciali sono stati proposti dei provvedimenti di chiusura/sospensione delle attività, che verranno adottati dalle competenti Autorità Amministrative.
Nel quartiere Monti un cittadino del Bangladesh è stato sanzionato per il mancato rispetto dell’ordinanza del Sindaco di Roma, non avendo esposto all’interno del locale l’avviso relativo al divieto di vendita e consumazione di bevande alcoliche in orario serale notturno.

Powered by WPeMatico

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Visite: 36

Lascia una risposta