Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

Arezzo – Controllo del territorio in provincia di Arezzo



COMPAGNIA CARABINIERI DI SAN GIOVANNI VALDARNO – RAPINA LA FARMACIA IN PIENO CENTRO A MONTEVARCHI: SUBITO ARRESTATO. L’UOMO AVEVA ANCHE TRUFFATO UNA NOVANTENNE.

I Carabinieri della Stazione di Montevarchi, unitamente ad un loro collega libero dal servizio, hanno arrestato un pregiudicato di origini campane, tossicodipendente, già vecchia conoscenza delle forze dell’ordine del Valdarno.
E’ stato un Carabiniere in servizio al centro telematico di Firenze del Comando Legione Carabinieri di Firenze, ad accorgersi di quanto stava accadendo alla farmacia Galeffi, in via Roma. Il militare, anche lui nel pomeriggio in fila prima di pagare alle casse, notava il rapido movimento del malvivente che si era impossessato di alcune banconote da venti euro, asportandole dal registratore di cassa aperto. Immediata la reazione del Carabiniere che, qualificandosi, cercava di fermare il rapinatore, bloccandolo da dietro.
Il malvivente, dopo una breve colluttazione con il Carabiniere, riusciva a divincolarsi e scappava a piedi in direzione di piazza Vittorio Veneto, inizialmente inseguito dal militare fuori servizio. La pattuglia dei Carabinieri di Montevarchi, nel frattempo allertata, insieme ad altre tre pattuglie disponibili coordinate dalla centrale operativa di San Giovanni Valdarno, nel transitare nella piazza montevarchina notava l’uomo in fuga e provvedeva a fermarlo.
Magro il bottino che sarebbe stato asportato se non ci fosse stato l’intervento del militare libero dal servizio: le banconote asportate non sarebbero nemmeno arrivate ai cento euro e comunque sono state abbandonate dal rapinatore in fuga.
Il pregiudicato veniva tratto in arresto per rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale, e trattenuto presso la camera di sicurezza della Compagnia Carabinieri di San Giovanni Valdarno sino all’udienza tenutasi ieri presso il Tribunale di Arezzo, al termine della quale l’uomo veniva tradotto alla Casa Circondariale di Arezzo.
Sempre i militari della Stazione di Montevarchi, riconoscevano nel pregiudicato arrestato l’autore di una truffa ad una anziana signora montevarchina nata nel 1928.  La donna, una settimana addietro, si era recata presso una tabaccheria di Montevarchi con l’intenzione di pagare un bollettino postale, trovandola però chiusa. Il pregiudicato, che si trovava nei pressi del distributore di sigarette esterno al locale, notando l’anziana sola, iniziava a spiegarle che anche tramite il distributore di sigarette esterno al locale era possibile provvedere al pagamento di un bollettino per cui, raggirandola, si faceva consegnare settanta euro, toccando a caso i tasti del distributore e restituendo perfino 10 euro di resto nonché, facendosene beffe sino all’ultimo, provvedeva a scrivere a penna una ricevuta dietro un pezzo di carta.
Nei confronti dell’arrestato, residente in altro comune del Valdarno aretino, per i due fatti sopra indicati i Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno proporranno, inoltre, la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Montevarchi.

COMPAGNIA CARABINIERI DI CORTONA – ARRESTATO UN UOMO PER ATTI PERSECUTORI.

I Carabinieri della Stazione di Monte San Savino, la scorsa nottata, hanno arrestato per il reato di atti persecutori, un uomo di origini Rumene che da tempo importunava e minacciava la ex compagna, danneggiandole anche l’autovettura.
L’uomo, operaio e vedovo, non accettava la fine della relazione e da diverso tempo aveva messo in atto azioni che impaurivano la vittima e la facevano vivere in un perenne stato di ansia e timore. Nelle scorse settimane la donna aveva sporto denunce ai carabinieri poiché aveva trovato l’autovettura danneggiata, il muro di casa imbrattato e le costanti minacce dell’uomo.
I Carabinieri, al fine di scongiurare il verificarsi di episodi più gravi, avevano quindi chiesto all’Autorità Giudiziaria una misura cautelare in carcere, vista l’ossessione dell’uomo e la mancanza di volontà di interrompere tali condotte. 
Ieri notte i Carabinieri sono intervenuti a seguito di nuove scritte apposte dall’ex compagno sul muro di casa della vittima. Sul posto i militari hanno accertato la  presenza dell’uomo, nonché le minacce e la tentata aggressione nei confronti della donna.
Il Rumeno è stato quindi arrestato e tradotto presso la Casa Circondariale di Arezzo.

COMPAGNIA CARABINIERI DI SANSEPOLCRO – ARRESTATO UN UOMO PER ATTI PERSECUTORI.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sansepolcro hanno tratto in arresto per evasione un 29enne macedone, pluripregiudicato residente nella cittadina biturgense. 
l’uomo, in data 23 novembre 2017, era stato ammesso dal Tribunale di Sorveglianza di Firenze al regime di detenzione domiciliare in relazione all’esecuzione della pena di anni uno e mesi due di reclusione quale cumulo di pene concorrenti.
La mattinata del 15 maggio i Carabinieri dell’Aliquota Operativa lo hanno intercettato nella provincia di Perugia, dove il macedone si era recato senza alcuna autorizzazione del giudice. Dopo un lungo inseguimento lungo la S.G.C. E45, i militari sono riusciti a bloccarlo all’altezza dello svincolo Sansepolcro Sud e lo hanno tratto in arresto per evasione.
Al Tribunale di Sorveglianza di Firenze è stata avanzata una richiesta di revoca della misura alternativa violata.
 

Powered by WPeMatico

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Visite: 19
www.pdf24.org    Invia l\'articolo in formato PDF