Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

AMERICA/VENEZUELA – Video dei Vescovi per mostrare al mondo la drammatica situazione in cui vive la gente

Caracas – “Nelle situazioni difficili che il nostro paese sta vivendo, con l’alto rischio che i cittadini hanno vissuto negli ultimi anni, l’Episcopato venezuelano è rimasto a difesa del popolo che affronta numerosi eventi che lo fanno soffrire. Per questo motivo ha alzato la voce per denunciare le ingiustizie che, giorno dopo giorno, danneggiano l’intera nazione e respingere l’ondata di violenza che si è scatenata tra la popolazione”: con queste parole di introduzione, la Conferenza Episcopale del Venezuela ha inviato a Fides un video che descrive quello che sta vivendo la popolazione di questo paese, vale a dire la dura repressione contro tutti quelli che non sono d’accordo con il governo.
Sempre riferendosi ai Vescovi, il testo ricorda quanto hanno fatto “attraverso le loro azioni, i comunicati, le esortazioni e le lettere pastorali che accompagnano, incoraggiano e danno speranza ai cittadini, ai fedeli e a tutti gli uomini e le donne di buona volontà, unendo gli sforzi per cercare una soluzione pacifica ai conflitti esistenti”. Quindi esorta: “Venezuela! Vivi e cammina con Gesù Cristo, Signore della storia!”
La realtà che le immagini del video presentano è molto forte, triste e dura. Gente che cerca fra i rifiuti qualcosa da mangiare, la violenza contro i giovani che protestano in strada, la solidarietà di chi, senza avere niente, riesce a collaborare con le mense popolari per condividere un piatto di cibo oppure assistere gli anziani e gli abbandonati. Drammatica l’immagine delle città paralizzate dalla mancanza di elettricità, di mezzi di trasporto, di sicurezza. L’economia sempre più fragile pesa su coloro che hanno sempre di meno o ormai più niente. Vengono riportate scene di vita e situazioni mai viste: gente che trasporta con fatica taniche d’acqua per avere qualcosa da bere a casa, ospedali senza elettricità in cui si cerca comunque di salvare vite umane lottando contro la mancanza di mezzi. Alcuni secondi del video sono dedicati agli emigranti venezuelani, quasi obbligati a cercare all’estero un luogo dove poter lavorare e dare da mangiare alla loro famiglia.
La CEV ha realizzato questo video per mostrare al mondo ciò che vive il popolo del Venezuela, dal momento che non può pubblicare testi per l’impossibilità di accedere al proprio sito web. Il video si conclude con l’appello dei Vescovi a non rispondere con la violenza alle continue provocazioni del governo, e a fidarsi della giustizia internazionale che dovrà pur arrivare.
Intanto il Consiglio permanente dell’Organizzazione degli Stati Americani ha approvato ieri una risoluzione di rigetto dell’accusa di «violazione dell’immunità parlamentare di membri dell’Assemblea nazionale del Venezuela». In questo documento, approvato per consenso, si condanna inoltre l’arresto del primo vicepresidente dell’Assemblea nazionale, Edgar Zambrano, e se ne chiede «l’immediato rilascio». «La situazione politica in Venezuela — sostiene la risoluzione — è stata motivo di continua preoccupazione dell’OSA, che ha diffuso dichiarazioni a difesa dello stato di diritto, sottolineando il dovere di rispettare l’ordine democratico e i diritti umani, nonché di garantire il dovuto processo». Infine nel documento si esige «la fine della persecuzione e della vessazione di rappresentanti del parlamento ingiustamente portati in giudizio» e si chiedono «garanzie per la protezione dell’incolumità fisica personale e delle loro famiglie».

Link correlati :Video della Conferenza Episcopale del Venezuela

Powered by WPeMatico

Visite: 49
   Invia l\'articolo in formato PDF