Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

UMBRIA JAZZ 2019

Umbria Jazz 2019 si svolgerà dal 12 al 21 luglio in dodici differenti punti deputati all’esibizione degli artisti, per un totale di duecentottanta eventi, dislocati tra location tradizionali e quelle nuove come il Club di via della Viola. Non manca anche l’aspetto conviviale con gli appuntamenti a pranzo e cena alla Bottega del vino e alla Taverna, o l’aperitivo in musica all’Hotel Brufani. La novità più eclatante riguarda il complesso architettonico di San Francesco al Prato, che torna a ospitare concerti dopo una lunga chiusura dovuta agli interventi di restauro per i danni causati dal terremoto.
Programma completo dei concerti principali della manifestazione, che si terrà a PERUGIA nelle dal 12 al 21 luglio 2019, Arena Santa Giuliana.
UJ19 parte subito forte: il 12 luglio si esibirà infatti l’insolito trio Max Gazzè, Alex Britti e Manu Katché “In missione per conto di Dio”. Britti e Gazzè già nel 2017 furono insieme per due concerti alla Cavea dell’auditorium Parco della musica di Roma, come tributo alle loro radici comuni nel blues, cui si aggiunse un altro eccellente musicista, il batterista francese Manu Katche che vanta collaborazioni con Peter Gabriel, Sting, Pink Floyd, Joe Satriani, Dire Straits e tra gli italiani Pino Daniele e Stefano Bollani.
Nel programma di Umbria Jazz 2019 anche le date dei concerti di Diana Krall (la cantante si esibirà il 13 luglio, ore 21 all’Arena Santa Giuliana) e Paolo Conte (il 14 luglio, stessa ora e location). Il 15 luglio non ci sarà Hiromi, che ha cancellato il tour estivo negli Stati Uniti e in Europa previsto per l’estate 2019 causa gravidanza. Il concerto in programma il 15 luglio all’Arena Santa Giuliana vedrà quindi sul palco Michel Camilo (pianista dominicano, è da tempo una delle stelle della musica centroamericano), oltre al confermato George Benson.
Il 16 luglio è la serata di Umbria Jazz 2019 dedicata alla musica latina con due progetti di Chick Corea e Richard Bona. Con The Spanish Heart Band si accende uno spot sull’anima latina del grande jazz man, mentre il nuovo “Flamenco Project” di Richard Bona ha preso forma tra Madrid e Barcellona ed è stato ispirato da un concerto di Paco De Lucia.
Il 17 luglio ospiti di Umbria Jazz Nick Mason’s Saucerful Of Secrets: Nick Mason, Gary Kemp, Guy Pratt, Lee Harris e Dom Beken suoneranno le canzoni dei Pink Floyd in uno show che farà tappa il 17 luglio a Umbria Jazz, Perugia (Arena Santa Giuliana). Si tratta di un concerto unico per celebrare i primi lavori musicali dei Pink Floyd, che includono i brani tratti dagli album ‘The Piper At The Gates of Dawn’ e ‘A Saucerful Of Secrets’.
Data italiana a Umbria Jazz 2019 anche per i King Crimson, leggendaria band capitanata da Robert Fripp che celebrerà nel 2019 il 50esimo anniversario del gruppo con un tour mondiale. L’appuntamento a Perugia è per il 18 luglio, ovviamente all’Arena Santa Giuliana.
Il 19, nel programma di Umbria Jazz 2019, sarà la volta di due ensemble guidati da Kamasi Washington e Michael League. Per Kamasi Washington si sono spesi richiami a suggestioni non comuni, e qualcuno ha perfino evocato John Coltrane per descrivere il suo approccio spirituale alla musica afroamericana. Compositore di talento ed un sofisticato creatore di architetture sonore, è anche un solista trascinante e di grande cultura musicale. League arriva invece con Snarky Puppy, una delle sigle più popolari del mondo del jazz e della fusion.
Nel cartellone di Umbria Jazz 2019 c’è anche Thom Yorke, in concerto a Perugia il 20 luglio 2019, all’Arena Santa Giuliana. Il biglietto è unico, al costo di 50 euro più i diritti di prevendita. I ticket saranno disponibili su www.umbriajazz.com e in tutti i punti vendita autorizzati. Thom Yorke eseguirà brani dalle sue opere da solista The Eraser, Tomorrow’s Modern Boxes e Atoms For Peace’s Amok con il produttore/collaboratore di lunga data Nigel Godrich e il visual artist Tarik Barri.
Il programma di Umbria Jazz 2019 chiuderà il 21 luglio con ospiti Christian McBride e Lauryn Hill. Nel primo caso McBride si esibirà con A Christian McBride Situation, progetto nato dalla fertile immaginazione ed intraprendenza del contrabbassista, compositore e leader di Philadelphia. In programma al festival di Monterey, McBride dovette registrare all’ultimo momento il forfait di alcuni musicisti della sua band. Invece di annullare la data, si guardò intorno e con altri artisti suoi amici, presenti al festival, formò una nuova band di cui facevano parte cantanti e dj. Lauryn Hill, unica componente femminile del trio The Fugees campione di vendite di dischi, ottenendo come solista cinque Grammy Awards (con undici nominations).

Per maggiori informazioni e programma completo:  www.umbriajazz.com

Visite: 77
   Invia l\'articolo in formato PDF