Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

AFRICA/SUD SUDAN – Un nuovo presbitero e sette diaconi nella diocesi di Tambura-Yambio: segno di speranza per la Chiesa

Yambio – La diocesi di Tambura-Yambio ha celebrato la prima ordinazione di un presbitero e di sette diaconi del Seminario di St. John Paul, lo scorso 7 giugno. A renderlo noto all’Agenzia Fides è padre Christopher Hartley, sacerdote della diocesi di Toledo, appena arrivato in Sud Sudan per fondare una nuova missione cattolica dopo aver trascorso gli ultimi 12 anni a Gode, regione somali dell’Etiopia.
“La loro testimonianza è un invito a tutti noi a mettere la nostra fede in azione al servizio di Dio e delle nostre sorelle e fratelli, ovunque ci troviamo” ha spiegato il vescovo della diocesi mons. Edwardo Hiiboro Kussala. “E’ un segno di crescita e di speranza per la Chiesa nella diocesi e nel Sud Sudan”, ha aggiunto, apprezzando “il dono ricevuto dal Signore”.
La diocesi di Tambura-Yambio copre due paesi, Yambio e Tambura e ha 27 parrocchie. Situata nella parte sud occidentale, al confine tra Sud Sudan e Repubblica Democratica del Congo, la diocesi continua a soffrire degli effetti della guerra attualmente in corso nel paese.
Secondo il rapporto dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale dell’aprile 2019, sulla crisi degli sfollati in Sudan del Sud, a Yambio nel 2016 sono stati registrati gravi scontri armati e migliaia di sfollati. Attualmente la diocesi ospita una gran numero di sfollati interni che hanno bisogno di cure pastorali. “In un contesto di tensione, l’ordinazione del sacerdote e dei sette diaconi è vista come una grande benedizione per il popolo di Dio”, conclude padre Hartley.

Powered by WPeMatico

Visite: 35
   Invia l\'articolo in formato PDF