Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

COLDIRETTI UMBRIA: ALLE ORIGINI DEL MADE IN ITALY AL VILLAGGIO CONTADINO DI BOLOGNA

Da venerdì a domenica a Bologna, nel cuore nella food valley italiana, dove si realizza oltre un terzo della produzione agricola nazionale, sarà possibile scoprire le ragioni del successo del Made in Italy con il Villaggio della Coldiretti dove vivere autenticamente un giorno da contadino. Nel centro città da Piazza dell’Otto Agosto al Parco della Montagnola fino a Piazza XX Settembre, accorreranno decine di migliaia di agricoltori dalle diverse regioni: ci saranno anche le aziende agricole umbre con i sapori straordinari delle proprie eccellenze che cittadini e turisti potranno scoprire e assaggiare, dai salumi ai formaggi, dalle lenticchie all’olio extravergine di oliva. Spazio infatti alle produzioni provenienti da tutta Italia nel più grande mercato a chilometri zero con Campagna Amica, ma anche alla solidarietà con le specialità delle aree terremotate degli agricoltori di Umbria, Lazio, Marche e Abruzzo e i prodotti delle aziende di agricoltura sociale. Portare in città l’autentica campagna italiana – afferma il direttore Coldiretti Umbria Mario Rossi – significa valorizzare la nostra agricoltura, il territorio, così come il lavoro di tanti imprenditori umbri che continuano con tenacia a scommettere sul comparto. Per questo nel corso della tre giorni di Bologna, saremo presenti con centinaia di soci provenienti da tutta la regione, con le aziende e le eccellenze Made in Umbria, gli Agrichef e con i nostri giovani che nell’area del Villaggio delle Idee saranno pronti a confrontarsi e discutere sulle tematiche di maggiore attualità per l’agricoltura, con uno sguardo attento e proiettato al futuro. Dal 27 al 29 settembre si alterneranno esponenti istituzionali, rappresentanti della società civile, studiosi, sportivi e artisti che discuteranno su esclusivi studi e ricerche elaborate per l’occasione dalla Coldiretti sui temi dell’alimentazione, del turismo, dell’ambiente, della scuola e della salute, ma non mancheranno spettacoli di animazione e concerti. Ci sarà – ricorda Coldiretti – una vera e propria Arca di Noè dove scoprire le piante e gli animali della fattoria italiana messi a rischio dai cambiamenti climatici e dall’invasione degli insetti alieni che saranno mostrati per la prima volta. Si potrà andare a scuola dagli agrichef per imparare a cucinare i piatti della nonna e le ricette salvaclima usando i veri ingredienti Made in Italy, degustare olio extravergine, vini e birra agricola nell’Oil&wine bar del Villaggio, o seguire le lezioni di agrocosmesi. #STOCOICONTADINI è anche l’unico posto al mondo dove per l’intero week end tutti potranno vivere per una volta l’esperienza da gourmet con il miglior cibo italiano al 100% a soli 5 euro per tutti i menu preparati dai cuochi contadini che hanno conservato i sapori antichi del passato. Un intero settore è dedicato alla pet therapy e al ruolo degli animali nella cura del disagio. Ma a Bologna – conclude Coldiretti – ci saranno anche gli orti con i tutor, fattorie didattiche e agriasili dove i bambini possono imparare a impastare il pane.

Powered by WPeMatico

Visite: 54
   Invia l\'articolo in formato PDF