Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

Perugia, ecco le prime parole di Fulignati e Nicolussi Caviglia

Si sono presentati oggi alla stampa gli ultimi due nuovi acquisti del Perugia. Si tratta del portiere classe ’94 ex Ascoli Andrea Fulignati e del centrocampista classe 2000 ex Juventus Hans Nicolussi Caviglia. Ecco le loro prime parole da calciatori biancorossi:

SUI PROGETTI – Fulignati: “Dobbiamo cercare di portare avanti quello che ha fatto la società l’anno scorso, quando una squadra riesce ad arrivare ai playoff di B vuol dire che c’è una base solida. L’obiettivo minimo è di provare ad arrivare ai playoff. Poi lì in quelle partite può succedere di tutto. L’obiettivo personale è mettermi a disposizione e cercare di far fare alla squadra un campionato almeno come l’anno scorso”-

Nicolussi Caviglia: “Sono arrivato da poco ma già sono dentro l’ottica della squadra. Questa squadra ha un buon potenziale ma anche ampi margini di miglioramento. L’obiettivo personale è quello di dare giorno dopo giorno il mio contributo, come squadra abbiamo obiettivi molto buoni da raggiungere”.

SULLE CARATTERISTICHE – Fulignati: “Cerco di essere un portiere adatto al calcio di oggi. Riesco a giocare con i piedi senza grossi problemi, mi piace uscire dai pali, devo migliorare su questa caratteristica perché ci punto molto”.

Nicolussi Caviglia: “Mi sento una mezzala, ma è importante la duttilità, perché col calcio che esprime il nostro mister è importantissima, bisogna saper occupare diverse posizioni in base alla situazione. Credo di poter svolgere tutti i ruoli del centrocampo a tre”.

SULL’ESPERIENZA ALLA JUVE – Nicolussi Caviglia: “Ho imparato tantissimo, ringrazio molto la Juventus che mi ha formato e ringrazio il Perugia per l’opportunità. Ho imparato molto dai compagni e dallo staff. Su tutti Pjanic mi ha dato una grossa mano, lo stimo tanto come giocatore”.

SUL RUOLO NELLA SQUADRA – Fulignati: “Nel calcio di oggi è difficile trovare un primo e un secondo portiere, tante squadre partono con due ragazzi che possono essere entrambi protagonisti. Dipende dai momenti, bisogna farsi trovare pronti quando c’è bisogno. Non è una mia ambizione fare il secondo portiere fisso”.

Nicolussi Caviglia: “Devo dare il massimo in allenamento, poi le scelte le fa il mister. Ho giocato anche a Firenze, mi farò trovare pronto se il mister mi chiamerà in causa”.

SULLE TRATTATIVE PER ARRIVARE A PERUGIA – Fulignati: “Ho iniziato ad Ascoli il ritiro, non credevo di lasciare la squadra. E’ venuta fuori questa possibilità e io l’ho subito presa in considerazione. La situazione si era un po’ bloccata, ma poi gli ultimi giorni di mercato c’è stata un’accelerata. Sono qui in prestito biennale ma poi il mio contratto all’Ascoli finice”.

Nicolussi Caviglia: “E’ una piazza importante, con tifosi importanti. E’ una società che punta spesso sui giovani, inoltre condivido molto il calcio che propone il mister”.

SULLE PROMESSE PER I TIFOSI – Nicolussi Caviglia: “Prometto l’impegno giornaliero e quotidiano, perché mi sto appassionando a questa maglia”.

Fulignati: “Abbiamo addosso una maglia molto importante, dobbiamo far vedere dentro lo stadio quali sono le nostre intenzioni, non c’è miglior modo di farle vedere”.

SUL RAPPORTO CON ALLEGRI – Nicolussi Caviglia: “Ho avuto un buon rapporto con il mister, ho avuto la fortuna di potermi allenare con loro e di imparare tanto, ho anche giocato tre volte con loro. Ringrazio il mister perché è stato fondamentale per la mia crescita. Sono molto più maturo grazie a questa esperienza”.

SULLA MANCANZA DI PERSONALITA’ DEI PORTIERI DEL PERUGIA NEGLI ULTIMI ANNI: Fulignati: “Durante gli allenamenti mi piace parlare col mister e con gli altri portieri. Possono venir fuori spunti che possono far migliorare tutti”.

SUL PORTIERE DI RIFERIMENTO – Fulignati: “In questo momento come costanza, rendimento e adattamento, penso che Handanovic sia uno dei portieri più forti”.

Visite: 58
   Invia l\'articolo in formato PDF