Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

Perugia-Juve Stabia, Oddo in conferenza: “Domani ci sarà da soffrire. Falcinelli giocherà”

Il tecnico del Perugia Massimo Oddo ha parlato in conferenza stampa della partita di domani contro la Juve Stabia. Ecco le sue dichiarazioni:

SULLE CONDIZIONI DEI GIOCATORI – “Rientrano tutti, anche Mazzocchi. Gli unici assenti saranno Angella (problema muscolare) e Kouan (squalificato). Angella ha avuto uno stiramento, bisogna controllare l’entità precisa”.

SULL’ASSENZA DI ANGELLA E SU UN POSSIBILE CAMBIO DI MODULO – “Ci dispiace per lui, ma non sarà un problema. Non dobbiamo fasciarci la testa per una assenza. Siamo totalmente coperti in quel ruolo”.

SULLE INSIDIE DEL MATCH DI DOMANI – “Non ci sono partite scontate. Andiamo ad affrontare una squadra che è a 0 punti, deve suonare come un campanello d’allarme. Noi abbiamo grande entusiasmo, loro vogliono cambiare la rotta e hanno assoluto bisogno di fare punti. La Juve Stabia con l’Empoli non meritava di perdere, ha avuto qualche problema in più col Pisa”.

SUI BALLOTTAGGI – “Ci sono più o meno 23 ballottaggi. Ho un’idea di formazione in testa, ma domani può darsi che qualcosina cambierà”.

SULL’ASPETTO MOTIVAZIONALE – “E’ un’utopia essere preoccupati per l’entusiasmo che si crea. Finora abbiamo portato entusiasmo coi risultati, non col gioco. Dobbiamo tenere ben presente i nostri limiti: dobbiamo migliorare nello sviluppo del gioco, nel creare opportunità da gol, essere più dinamici in campo. Il calcio non è una scienza, ci vuole un gruppo maturo, con i piedi per terra. Domani sarà la partita più difficile, perché è facile andare ad incontrare Roma, Fiorentina, Brescia, perché sei più motivato e non hai nulla da perdere, è molto più difficile giocare in casa domani in questa situazione. Ci saranno momenti di sofferenza”.

SULLE CONDIZIONI DI FALCINELLI – “Diego sta bene, si è sempre allenato, ma non ha minuti nelle gambe. Ma lui è un ragazzo generoso, e la testa fa molto più che la gamba. Non vede l’ora di scendere in campo. Sarà emozionato e sente la responsabilità. Domani giocherà”.

SUI GIOCATORI DELLA JUVE STABIA – “Non temo i singoli, ma le squadre. Temo la voglia della Juve Stabia di portare a casa dei punti. Ci sono giocatori, come Di Gennaro, che hanno qualità tecniche superiori. C’è la fisicità di Cissé davanti, la compattezza di squadra”.

SUI COLLEGHI – “Ho stima e rispetto per tutti. Ci sono allenatori con tanta esperienza alle spalle, come Ventura. Poi ci sono allenatori giovani, come Nesta, Inzaghi e Italiano, che conosco bene e che hanno fatto bene negli anni precedenti”.

SU BALIC – “La chance ce la possono avere tutti, dovrò fare delle valutazioni. Ci saranno 4 gare in 13 giorni, ci sarà spazio per tutti. Abbiamo una rosa competitiva dove non ci sono titolari”.

SUL BALLOTTAGGIO IN PORTA – “In questo momento sta giocando (e anche molto bene) Vicario. Alle sue spalle è arrivato un portiere che ha dimostrato bene le sue qualità. Il portiere è un ruolo un po’ più stabile, Vicario ha fatto benissimo nell’ultima partita, Fulignati l’abbiamo voluto, non deve far altro che allenarsi bene e aspettare la sua opportunità”.

SULLA DIFESA A TRE – “Ci siamo già messi contro il Livorno a tre, domani è improbabile, ma possiamo costruire a tre”.

SUL DOPPIO REGISTA – “Lo sfrutti a prescindere dal modulo. Se il mio play è marcato, c’è un altro che viene a fare il play. E’ importante l’intelligenza calcistica. Bisogna sfruttare le caratteristiche dei giocatori”.

Visite: 65
   Invia l\'articolo in formato PDF