Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

AMERICA/NICARAGUA – Messaggio di Avvento dei Vescovi: “nella situazione attuale non perdiamo la speranza”

Managua – Citando come titolo le parole di Papa Francesco nella sua visita in Colombia nel 2017 – “Che niente e nessuno vi tolga la gioia e la speranza” -, la Conferenza Episcopale del Nicaragua ha pubblicato il suo messaggio di Avvento, invitando tutti a vivere questo tempo di preparazione al Natale come un “rinnovamento nell’impegno verso la realtà sociale, sotto l’esempio di Maria, fedele discepola e missionaria”. “Dinanzi alla situazione socio-politica che vive la nostra nazione, vi invitiamo a non perdere la speranza” scrivono i Vescovi nel messaggio inviato a Fides, “la speranza trasforma le realtà umane, costruendo il Regno di Dio per un popolo che ha vissuto nell’incertezza”.
“Il popolo del Nicaragua si rivolge a Maria perché Lei è causa della nostra gioia” continua il messaggio, “nessuno è libero da prove e difficoltà, tuttavia il credente sa bene come riprendere il dinamismo della gioia che viene da Dio”. “Essere gioiosi nella sofferenza è la testimonianza per eccellenza dell’autentico cristiano, segno visibile che siamo con Dio e Lui con noi”.
Nel contesto attuale del Nicaragua queste esortazioni dei Vescovi hanno un significato molto forte per le tante comunità cattoliche che ogni giorno “difendono” i loro pastori . Infatti l’escalation della violenza contro la Chiesa cattolica in Nicaragua mantiene i sacerdoti e i fedeli in una situazione di continua tensione, sentendosi ormai bersaglio degli attacchi dei sostenitori del governo, ma non volendo rispondere allo stesso modo.
Il Rettore della Cattedrale di Managua, padre Luis Herrera, in un messaggio inviato a Fides attraverso Twitter, ha spiegato che queste azioni “vogliono intimidire” i sacerdoti e i laici. Per il sacerdote, la presenza permanente della polizia lungo il perimetro della Cattedrale, non ha una spiegazione logica, perché “le parrocchie non sono frequentate da criminali, ma da persone che cercano Dio … e nelle chiese le persone non vengono per commettere crimini”.
Nel frattempo tutte le comunità hanno iniziato i preparativi della festa dell’Immacolata Concezione, forse la festa più importante e partecipata del Nicaragua. Come ha spiegato in diverse occasioni la Conferenza Episcopale, il popolo del Nicaragua è “un popolo mariano” e la festa in onore dell’Immacolata Concezione viene celebrata in ogni angolo del paese, senza eccezioni, con gioia e speranza.

Powered by WPeMatico

Visite: 87
   Invia l\'articolo in formato PDF