Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

AMERICA/BRASILE – Equipes locali, advocay, lavoro in rete: le priorità del Servizio Pastorale dei Migranti

Luziânia – Organizzare équipe locali, in particolare coinvolgendo i giovani; intensificare le azioni di “advocacy” e la presenza nei consigli di politica pubblica per salvaguardare i diritti di migranti e rifugiati; rafforzare il lavoro in rete, secondo le linee guida della Chiesa in Brasile e una spiritualità incarnata nella vita di Gesù migrante. Sono queste le priorità indicate per il prossimo quadriennio dalla 19a Assemblea nazionale del Servizio Pastorale dei Migranti , con il tema “Migrazione e rifugio – rompere i muri, costruire ponti”, che si è svolta dal 29 novembre al 1° dicembre a Luziânia.
Secondo le informazioni pervenute all’Agenzia Fides, ha partecipato alla riunione Mons. Mário Antônio da Silva, Vescovo di Roraima, secondo Vice presidente della Conferenza nazionale dei Vescovi del Brasile , che nel suo intervento di apertura ha parlato degli impegni della Chiesa nei confronti della migrazione in Brasile, sottolineando quanto le nuove linee guida dell’azione evangelizzatrice della Chiesa dicono sulla migrazione. Questa Assemblea inoltre segna l’inizio del cammino per la celebrazione dei 35 anni della nascita del settore della pastorale dei migranti, il cui momento culminante sarà nell’ottobre 2020.
Mons. Walmor Oliveira de Azevedo, Arcivescovo di Belo Horizonte e Presidente della CNBB, in un videomessaggio ha espresso il suo sostegno al SPM e ha ricordato che la Chiesa brasiliana ha dato testimonianza di accoglienza agli immigrati, in particolare venezuelani, anche se non è ancora abbastanza. Nel suo messaggio, il Presidente della CNBB ha ringraziato l’SPM per la sua testimonianza e il suo servizio: “Quanto è importante questo cammino. La nostra Chiesa è casa della Parola, casa della Carità, casa della Missione e Casa del Pane. Per questo ci impegniamo per il bene degli altri, specialmente quelli che soffrono di più”.
All’incontro ha partecipato anche la prof. Márcia Oliveira, dell’Università Federale di Roraima, che ha illustrato il tema migrazione e rifugiati in America Latina, soffermandosi in particolare sulle azioni di Papa Francesco. Durante l’Assemblea sono state presentate le esperienze del SPM nelle regioni brasiliane, seguite da seminari su diversi aspetti del fenomeno della migrazione, tenendo conto degli studi biblici e delle sfide pastorali.

Powered by WPeMatico

Visite: 72
   Invia l\'articolo in formato PDF