Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

COLDIRETTI UMBRIA, “SCONTRINO ELETTRONICO E NOVITÀ SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA: MEGLIO VEDERCI CHIARO”

Il prossimo mese di gennaio rappresenterà un nuovo banco di prova importante per la contabilità delle imprese agricole, dopo l’introduzione nel 2019 della fatturazione elettronica. Dal 1 gennaio entra infatti in vigore l’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate. Per approfondire le novità, Coldiretti Umbria ha programmato quattro incontri formativi per le imprese agricole: il primo si è tenuto ieri a Perugia con un Question Time dal titolo “Scontrino elettronico e novità sulla fatturazione elettronica: meglio vederci chiaro”, in cui è intervenuto Gennaro Vecchione Capo Servizio Tributario e Fiscale della Confederazione Nazionale Coldiretti. In pratica – è stato spiegato nel corso dell’appuntamento aperto dall’intervento del Direttore regionale Coldiretti Mario Rossi – tutte le vendite di beni o la fornitura di servizi a clienti privati, dovranno essere documentate tramite i nuovi Registratori Telematici, che produrranno un documento commerciale (il “vecchio scontrino”) per il cliente, inviando automaticamente i dati all’Agenzia. L’obbligo consiste nella sostituzione della validità fiscale di scontrini, ricevute fiscali e registro corrispettivi, con un documento telematico. Si tratta – ha spiegato Gennaro Vecchione – della memorizzazione elettronica e della trasmissione telematica degli incassi effettuate mediante strumenti tecnologici che garantiscono l’inalterabilità e la sicurezza dei dati. Il termine previsto per l’invio dei dati all’Agenzia delle Entrate è di 12 giorni. Per i primi sei mesi dall’avvio dell’obbligo di trasmissione dei dati dei corrispettivi giornalieri, le sanzioni previste in caso di invio tardivo non si applicheranno qualora l’adempimento venga eseguito entro il mese successivo a quello in cui è effettuata l’operazione; mentre i produttori agricoli che hanno il regime speciale Iva non vengano interessati dai nuovi obblighi. Gli incontri con i soci – ricorda Coldiretti – rappresentano importanti occasioni di formazione e condivisione, consentendo di ampliare le conoscenze e gli strumenti a disposizione degli imprenditori. Si tratta di tappe significative per aggiornare gli imprenditori sui molteplici aspetti che riguardano l’impresa, sempre più orientata oltre che alla produzione di beni alimentari, anche all’erogazione di una serie di servizi rivolti alla collettività. Sono previsti altri tre incontri sul territorio, per dare la possibilità a tutti di ricevere un approfondimento che spieghi i nuovi adempimenti tecnologici in materia fiscale. I prossimi appuntamenti sono in programma il 5 dicembre alle ore 16.30 a Foligno, presso la Croce Bianca in Via Campo Senago; il 10 dicembre alle ore 16.00 a Terni presso l’Hotel Terra Umbra, Strada di Maratta Bassa e il 17 dicembre alle ore 16.30 a Pantalla di Todi presso l’Ufficio Coldiretti, in Via Tiberina.

Powered by WPeMatico

Visite: 49
   Invia l\'articolo in formato PDF