Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

ASIA/TIMOR EST – Il primo gruppo di insegnanti formati in un istituto cattolico è pronto per il servizio nella società

Il Ventuno

IL DOVERE DI INFORMARE, IL DIRITTO AD ESSERE INFORMATI

Dili – I primi 14 insegnanti hanno concluso il loro percorso di studi e si sono laureati all’Istituto Sao Joao de Brito di Deli, istituto di formazione specifico per insegnanti, gestito dai Gesuiti, che ha iniziato la sua attività accademica nel 2016. I 14 sono ora “pronti a essere uomini e donne per e con gli altri a Timor Est”, ha riferito il Gesuita padre Sidelizio Pereira, Rettore dell’ISJB, che ha ringraziato “i 14 pionieri”, allievi dell’istituto.
La comunità dei padri Gesuiti a Timor Est ha celebrato una messa di ringraziamento “per ringraziare Dio per aver realizzato molti sogni”, ha detto Pereira, “pregando per i 14 laureati, perchè diventino buoni insegnanti, uomini e donne per gli altri, soprattutto ora che sono chiamati a essere e agire nella società”.
“Essere un insegnante è una vocazione e una missione. Non sei chiamato solo per insegnare ai tuoi studenti; devi accompagnare ogni studente e prendere parte alle loro vite. Questo è ciò che significa una formazione integrale, questo è ciò che avete imparato nei quattro anni di studio all’ISJB”, ha detto p. Sidelizio Pereira ai neolaureati.
I neo docenti che hanno completato i loro studi in ISJB si sono detti “orgogliosi dei loro risultati soprattutto dopo aver affrontato varie sfide nei loro studi”, affermando di essere “pronti a condividere con gli altri ciò che ci è stato donato”.
Sidonio Pires, uno dei laureati, ha notato: “L’ISJB non è semplicemente un istituto accademico; è un Istituto unico per la sua formazione integrale, che è la formazione del carattere e dello spirito parallelamente alla formazione intellettuale. Ciò può essere visto nel paradigma pedagogico ignaziano, che si concentra su contesto, esperienza, azione, riflessione e valutazione ”, ha spiegato.
Il Superiore regionale dei Gesuiti a Timor, p. Joaquim Sarmento, ha sottolineato l’importante ruolo degli insegnanti per la giovane nazione di Timor Est, citando il famoso brasiliano Alexandre Garcia: “Dobbiamo formare insegnanti eccellenti e dare loro un alto compenso. La scuola non è uno scherzo. Non è un hobby. Non è un parcheggio dei bambini perché i genitori stanno lavorando. È il posto più importante in un paese serio”.
L’opera accademica dell’Istituto – ha ricordato il Superiore – è il risultato degli sforzi di molte persone, in particolare di benefattori e partner che hanno costantemente sostenuto l’ISJB sin dal suo inizio.

Powered by WPeMatico

Visite: 94
   Invia l\'articolo in formato PDF