Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

Catania – Vespa ritrovata a tempo di record e pensionato grato ai Carabinieri

Il Ventuno

IL DOVERE DI INFORMARE, IL DIRITTO AD ESSERE INFORMATI

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno denunciato un catanese di 49 anni, poiché ritenuto responsabile di furto aggravato.
In una città come Catania, dove purtroppo spesso ed immotivatamente ci si lascia andare ad un deprecabile disfattismo, a volte si registrano episodi che contribuiscono ad infondere nel singolo la necessaria verve per affrontare con più energia i quotidiani problemi.
E’ il caso di un  71enne che, per rinverdire la propria veneranda età, aveva profuso i propri risparmi ed il proprio impegno nella restaurazione della sua vecchia amica, una … “Vespa 50 Special” di colore blu.
Non è una riedizione del testo di una nota canzone di qualche anno fa, ma la storia del furto dello scooter rubato all’anziano nel pomeriggio di mercoledì scorso, davanti la sua abitazione di via Palermo.
In particolare i militari, mentre svolgevano un servizio per la repressione dei reati nel popoloso quartiere di San Cristoforo, proprio nei pressi del cosiddetto “Tondicello della Playa” ovvero la Piazza Caduti del Mare, notavano sul marciapiede di via Della Concordia un uomo, che riconoscevano immediatamente per averlo in passato identificato in controlli su strada, accanto ad una lucidissima Vespa 50 blu.
Caso volle che, dopo circa due ore, la centrale operativa diramava la nota di ricerca proprio di una Vespa 50 di colore blu, così indirizzando i militari che si mettevano subito alle calcagna dell’uomo che aveva prima attirato la loro attenzione.
Ricerche che nell’immediato coinvolgevano anche il fratello del ladro, ben conosciuto dai carabinieri per il suo curriculum criminale, così ingenerando in quest’ultimo la consapevolezza d’essere stato individuato ed inducendolo pertanto a tornare sui suoi passi tant’è vero che, nel breve volgere di un’ora, si presentava nella caserma dei carabinieri di Piazza Dante in sella alla Vespa, giustificandosi del furto compiuto per far fronte alle proprie difficoltà economiche.
La Vespa è stata riconsegnata all’incredulo proprietario che si è complimentato con i carabinieri per la tempestività e l’impegno da essi profuso.

Powered by WPeMatico

Visite: 74
   Invia l\'articolo in formato PDF