Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

AFRICA/GABON – Assassinata a Libreville una religiosa che dedicava la sua vita agli anziani abbandonati

Il Ventuno

IL DOVERE DI INFORMARE, IL DIRITTO AD ESSERE INFORMATI

Libreville – Nella notte tra il 19 ed il 20 marzo, è stata aggredita e assassinata nella sua camera, suor Lydie Oyanem Nzoughe che aveva dedicato la sua vita ad accogliere e a prendersi cura degli anziani abbandonati dalle loro famiglie, poveri e senzatetto, nel Centre d’accueil Fraternité Saint Jean. a Libreville, che dirigeva. Alcuni oggetti personali e l’automobile della religiosa sarebbero scomparsi.
L’Arcivescovo di Libreville, Mons. Basile Mvé Engone, raccomanda “di pregare per l’anima della nostra sorella Lydie Oyane, in attesa che la polizia giudiziaria comunichi i risultati delle indagini”. Le modalità del funerale non sono ancora state rese note, considerato che anche in Gabon tutte le chiese sono state chiuse in seguito all’emergenza coronavirus, e per i funerali ci si limita alla sola benedizione.
Secondo le informazioni raccolte da Fides nella Chiesa locale, il Centro di accoglienza Fraternité Saint Jean, diretto da suor Lydie, si trova nella Valleé Sainte Marie a Libreville, sotto la Cattedrale di Nostra Signora dell’Assunta, non ha finanziamenti pubblici. Accoglie gli anziani malati e abbandonati, accompagnandoli con amore e dedizione alla fine della loro vita. Suor Lydie, che apparteneva alla congregazione religiosa autoctona della Religieuses de Sainte Marie,era anche stata la fondatrice del Mouvement eucharistique des Jeunes .

Powered by WPeMatico

Visite: 70
   Invia l\'articolo in formato PDF   

Lascia un commento