Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

Montoro Inferiore (AV) – 32enne non si rassegna alla fine con la ex

Il Ventuno

IL DOVERE DI INFORMARE, IL DIRITTO AD ESSERE INFORMATI

Violazione del divieto di avvicinamento alla persona offesa, incursione in casa, maltrattamenti e sequestro di persona: è la triste sequela di azioni messe in atto da un uomo nei confronti della sua ex moglie. Nonostante sottoposto alla misura coercitiva del divieto di avvicinamento, l’uomo persisteva nella sua condotta persecutoria nei confronti della donna, violando le prescrizioni impostegli.

Riuscito ad entrare con un pretesto nell’abitazione della sua ex, l’aggrediva e la rinchiudeva nella camera da letto, privandola del suo telefono cellulare. Qualche ora più tardi, dopo averle intimato di non parlare con nessuno, le consentiva di andare a prendere i bambini a scuola.

In preda al panico, approfittando di tale situazione, la donna rivolgeva la sua disperata richiesta di aiuto ai Carabinieri che proprio in quel momento transitavano di lì, impegnati in un servizio di perlustrazione del territorio.

Prontamente intervenuti presso l’abitazione segnalata, i Carabinieri sorprendevano il 32enne nascosto nella camera da letto. Bloccato e condotto in Caserma, veniva quindi tratto in arresto in quanto ritenuto responsabile dei reati di “Sequestro di persona”, “Maltrattamenti in famiglia” e “Violazione del divieto di avvicinamento alla persona offesa”.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, l’arrestato veniva associato alla Casa Circondariale di Bellizzi Irpino.
 

Powered by WPeMatico

Visite: 52
   Invia l\'articolo in formato PDF   

Lascia un commento