Testata giornalistica registrata presso Trib. di Terni il 31/07/2013 al n° 08/2013 Reg Periodici.

ASIA/ BRUNEI – Morto il primo cardinale a Brunei Darussalam

Il Ventuno

IL DOVERE DI INFORMARE, IL DIRITTO AD ESSERE INFORMATI

Brunei – Il 29 maggio è venuto a mancare il cardinale Cornelius Sim, del Vicariato Apostolico in Brunei Darussalam, a 70 anni. “Con il cuore triste annuncio la scomparsa di Sua Eminenza il Cardinale Cornelius Sim, Cardinale del Vicariato Apostolico in Brunei Darussalam, sabato 29 maggio 2021 intorno alle 8:28 al Chang Gung Memorial Hospital , Taoyuan City, Taiwan”, ha affermato mons. Robert Leong, vicario generale, in una nota stampa.
Da quando è arrivato a Taiwan l’8 maggio, il cardinale è stato messo in quarantena nel CHMH in attesa del suo trattamento medico. Il personale medico si occupava quotidianamente delle sue condizioni di salute ma, purtroppo, tutto ciò che facevano non sembrava essere molto efficace. È diventato gradualmente più debole e ha perso gran parte della sua vitalità. Purtroppo è deceduto, ha detto mons. Leo. I funerali del cardinale saranno annunciati in un secondo momento. “Preghiamo tutti per la sua anima e per il Vicariato. Possa la sua anima riposare in pace, ha detto mons. Leong.
Sulla scomparsa del cardinale Sim, il presidente dei vescovi cattolici di Malaysia, Singapore e Brunei, Mons. Sebastian Francis, ha dichiarato: “Siamo profondamente rattristati di annunciare la scomparsa di Sua Eminenza il cardinale Cornelius Sim, del Vicariato apostolico del Brunei Darussalam questa mattina presto a Taiwan, a causa di un arresto cardiaco “.
“Vi invitiamo a pregare per lui nelle vostre messe e preghiere. Cerchiamo di essere in comunione con i suoi familiari, il clero, i religiosi e tutti i fedeli del Brunei in questo momento di perdita e lutto”, ha detto Mons. Francis.
Ordinato nel 1989, è stato il secondo sacerdote cattolico locale ad essere entrato nel sacerdozio come “vocazione tardiva”. Era di origine cinese e dusunica ed è nato a Seria, Brunei, il 16 settembre 1951, e ha studiato ingegneria alla Dundee University in Scozia. Nel 1988 ha conseguito il Master in Teologia presso la Franciscan University di Steubenville in Ohio. Nello stesso anno tornò in Brunei e servì come amministratore della chiesa di San Giovanni a Kuala Belait. È stato ordinato diacono il 28 maggio 1989 e sacerdote il 26 novembre di quell’anno. È diventato vicario generale del Brunei nel 1995. Il 21 novembre 1997, Papa San Giovanni Paolo II lo ha nominato prefetto della Prefettura apostolica del Brunei e nel 2005 ha ricevuto la consacrazione episcopale. Lo scorso anno è stato elevato al Collegio cardinalizio il 28 novembre 2020.
Il vicario apostolico della nazione a maggioranza musulmana del Brunei è il piccolo regno del sud-est asiatico del Brunei, la nazione ricca di petrolio e il paese a maggioranza musulmana.
La stragrande maggioranza degli oltre 460.000 del paese sono persone che professano l’Islam, la religione ufficiale del paese. Tuttavia, ad altri è consentito praticare la propria fede in pace e armonia.
La comunità cattolica del Brunei conta circa 16.000 fedeli, l’80% dei quali sono migranti o espatriati, per lo più dalle Filippine ma anche da altri Paesi del sud-est asiatico. Sono serviti da quattro sacerdoti, tutti locali del Brunei.
Papa Francesco ha nominato Mons. Sim del Vicariato Apostolico del Brunei Darussalam il primo cardinale cattolico di uno dei Paesi più ricchi e piccoli del mondo. Il Vicariato Apostolico del Brunei Darussalam fa parte della Conferenza Episcopale della Malaysia-Singapore-Brunei.
Nel vicariato apostolico ci sono 21.000 cattolici e quattro sacerdoti in tre chiese parrocchiali. Considerata una delle “diocesi” più giovani e più piccole del sud-est asiatico, il Vicariato Apostolico del Brunei è una Chiesa in costante crescita con attività spirituali in crescita nelle sue comunità.
La fede cattolica è stata portata in Brunei dai missionari francescani nel 1587, ma la Chiesa locale è stata fondata solo nel 1997.
L’anno scorso, il cardinale aveva detto che il vicariato “ha progetti per potenziare e sostenere la dimensione missionaria della Chiesa”.
Il Brunei è un paese di 2,200 miglia quadrate situato interamente sull’isola del Borneo, che ospita anche parti della Malesia e dell’Indonesia.
È un paese sviluppato e uno dei più ricchi del mondo. Il malese è la lingua ufficiale, ma l’inglese e il cinese sono entrambi ampiamente parlati.
Il paese è una monarchia assoluta guidata dal sultano Hassanal Bolkiah. Circa i due terzi della popolazione è musulmana e il Brunei è stato recentemente notato per la sua adozione della sharia, sebbene venga applicata solo ai musulmani.
Circa il 10% della popolazione è atea, il 13% è buddista e un piccolo numero ha credenze indigene. I cristiani, metà dei quali cattolici, costituiscono il 10% della popolazione del Brunei.

Powered by WPeMatico

Visite: 69
   Invia l\'articolo in formato PDF   

Lascia un commento