ASIA/INDIA – Cristiani in preghiera per elezioni pacifiche e per il bene del paese

Nuova Delhi – In vista delle prossime elezioni generali, che iniziano l’11 aprile, i cristiani indiani pregano per un voto pacifico e trasparente, che dia “frutti di benessere e armonia” al futuro della nazione. Sentendosi interpellati e coinvolti, in quanto cittadini, oltre 5.000 fedeli hanno hanno tenuto nei giorni scorsi una preghiera per la nazione nella capitale Delhi, cui hanno preso parte vescovi, sacerdoti e fedeli cristiani di diverse confessioni.
Come appreso dall’Agenzia Fides, rivolgendosi ai presenti, l’Arcivescovo cattolico Anil Joseph Thomas Couto, alla guida dell’arcidiocesi di Delhi, ha chiesto ai fedeli di “digiunare e pregare per il bene del paese”, auspicando che gli elettori “sappiano scegliere leader con una grande visione per lo sviluppo della società e del paese e che lavorino per il bene dell’umanità”. “Preghiamo Dio perchè la pace e l’armonia di Dio prevalgano in India”, ha detto l’Arcivescovo.
Negli ultimi tempi, centinaia di intellettuali, scrittori, artisti e attivisti sono intervenuti pubblicamente esortando i cittadini a “abbandonare la politica del’odio”, promossa dall’attuale primo ministro Narendra Modi, che concorre per un secondo mandato quinquennale. Sotto il suo governo, cristiani e musulmani hanno affrontato molti attacchi violenti, spesso portati avanti da nazionalisti indù in tutta la nazione.
Esprimendo la sua preoccupazione, John Dayal, leader laico cattolico e attivista per i diritti umani, ha dichiarato all’Agenzia Fides: “In cinque anni , questo governo è stato capace di annullare i progressi compiuti in India, riguardo alla lotta per la libertà e per i diritti, negli ultimi cento anni. Ne hanno risentito i principi di uguaglianza e, soprattutto, di fraternità”.
Circa 900 milioni di persone sono chiamati alle urne per eleggere 543 membri del Parlamento federale durante un processo che, articolato in sette fasi, inizia l’11 aprile e termina il 19 maggio.
Su 1,3 miliardi di persone, l’India ha 966 milioni di indù, l’80% della popolazione. I musulmani costituiscono il 15% e i cristiani sono il 2,3% .

Powered by WPeMatico

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Visite: 29
   Invia l\'articolo in formato PDF